giovedì 21 febbraio 2013

DEL DOMAN NON V’E’ CERTEZZA

Volevo mettervi a parte di una mia recente scoperta, credo interessante, benché non sia ancora riuscita ad “interpretarla” per bene, ma magari voi avete la giusta chiave di lettura.
Comunque. Non per far sfoggio di intelligenza ma qualche tempo fa, studiando cinese, ho notato una strana analogia tra due termini apparentemente molto diversi: imparo la parola hòumian, che significa dietro, e subito mi viene in mente hòutian, che invece vuole dire dopodomani.

Decido di chiedere chiarimenti alla sempre efficiente maestra, perché mi suona strano che ci sia una radice comune tra due espressioni così opposte, per quanto una sia legata allo spazio e l’altra al tempo.
In realtà, e qui mi sono sentita Umberto Eco, la mitica Jie mi ha fatto i complimenti per aver notato il particolare, perché in effetti il carattere hòu è proprio lo stesso e significa, preso da solo, sia DIETRO che DOPO.
E allora com’è la faccenda? Lei non si scompone e mi chiede cosa ci sia di strano. Io le dico che di strano c’è che se è una cosa è dietro significa che è passata, quindi per me avrebbe avuto più senso se hòutian avesse significato l’altroieri. Andato. Ito. Gone.
Invece è dopodomani. Non mi torna.
Ah, buffo, dice lei. Perché per i cinesi il passato è metaforicamente davanti a noi, mentre è il futuro ad essere dietro. Il passato – mi spiega – lo conosciamo già, quindi lo possiamo vedere davanti ai nostri occhi. E’ il futuro ad essere ancora sconosciuto, dunque è dietro di noi, misterioso e (aggiungo io) forse anche un po’ incombente.
Devo dire che questa spiegazione mi ha folgorato, innanzitutto perché indica un punto di vista totalmente nuovo rispetto al nostro. E poi perché non sono riuscita fino in fondo a capire quale fosse la differenza tra le due teorie. La loro è decisamente più pessimista o quantomeno più fatalista.
La nostra è più ottimista, più speranzosa.

Quindi forse Lorenzo de’ Medici era cinese.


6 commenti:

  1. anvedi che genio :) bella osservazione! :*

    RispondiElimina
  2. fatalista, fatalista!
    e concordo con "lorenzo de' medici cinese", magari di etnia uygura... (urumqi, kashgar o giu' di li').
    ottima osservazione la tua. fammi sapere quando jie ti da' una risposta, perche' sono davvero curiosa.
    cris

    RispondiElimina
  3. ..Però,la signora non ha tutti i torti.In fondo non abbiamo gli occhi dietro,per cui possiamo "vedere" solo ciò che sta davanti a noi,ciò che possiamo aver visto.Una "memoria degli occhi". Oddio, straparlo!Ciao! Cora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Empirismo temporale?
      Straparlo anche io....

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...