venerdì 7 settembre 2012

LO STALKER

E’ entrato a casa nostra senza invito. 
Là per là mi sono detta che era una maleducazione legata all’età: è chiaramente un pischelletto giovane giovane. 
E poi lo vedevi subito: entrava in tutte le camere con quello sguardo furbetto e spaventato insieme, di chi è curioso ma al tempo stesso non è molto a suo agio perché non si trova a casa propria.
Le bambine non lo hanno nemmeno accolto tanto bene all’inizio. Gli hanno gridato dietro le peggio cose. Poi però, è tornato a trovarci, sempre senza chiedere il permesso, a modo suo insomma.
Che disgraziato: andava e veniva sempre a suo piacimento. Alice un giorno l’ha pure preso per il bavero e l’ha messo alla porta. Ma poco prima lo aveva anche accarezzato sulla testina.
Ieri abbiamo visto anche la sua mamma, che però ha l’esperienza dalla sua e se ne rimane rigorosamente fuori, per non disturbare. Mentre con lui non c’è proprio verso: un giorno lo becchi in cucina, uno in bagno o vicino alla porta di ingresso. E hai voglia a rispedirlo fuori.
Credo si stia affezionando a noi. E un po’ noi a lui. Quando arriva chiamo le mie bambine e loro corrono da lui tutte contente. 
Non sappiamo mica come si chiama. Noi lo abbiamo ribattezzato Jack.

Jack il Geco. 

12 commenti:

  1. Chissà come lo cucinano i cinesi!!!

    ahahahahahahah

    Enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. però simpatico, hehe.

      tienitelo stretto, il jack, che ti mangia le zanze

      Elimina
    2. Meglio lui di un pipistrello, allora.

      Elimina
  2. i gecki portano fortuna! :o)
    cris

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo. Direi che qui tra Jack e la sua famiglia la fortuna abbonda...

      Elimina
  3. L'altro giorno avevamo una mantide religiosa di quindici centrimetri sul balcone di brocchi, si sfregava le zampette davanti e sembrava ci guardasse infastidita mentre noi la osservavamo da dietro la zanzariera... e non ci è balenata nemmeno per un secondo l'idea di accarezzarle il capino... molto più simpatico il vostro jack & c. della 'maritofaga' verde prato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, però la mantide è una rarità: vedila con gli occhi di Piero Angela e fattene una ragione....

      Elimina
  4. sono bellerrimi i gechetti! a me piacciono, soprattutto quelli lì piccoletti, perché mangiano le zanzare e poi ti tengono compagnia. mi piace pensare anche che mangino i ragni, anche se so che è improbabile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me Jack è troppo piccolo: é il ragno che se lo magna!

      Elimina
  5. Siete sicuri che non vi siate portati la famiglia dal Salento? Un abbraccio a tutti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più probabile che ci fossimo portati da lì a Milano la mantide di Nads: ce n'erano un sacco!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...