giovedì 26 aprile 2012

RICCI E CAPRICCI


Da quando sono entrata nell’età della ragione ho avuto un grande ed acerrimo nemico: i miei capelli. Appartengo infatti a quella categoria, probabilmente abbastanza rara, di caucasiche con la chioma da africana, senza la fortuna di compensare con un lato B da paura, né tantomeno con la musica nel sangue.... Un po’ come immaginarsi i capelli di Arnold con la faccia del signor Drummond, o la raggera di Michael Jackson con il fisico di Paul McCartney.

Ho passato i migliori anni della mia vita a desiderare chiome morbide, lisce e setose. Ho dovuto subire a lungo i torti di quelli che consideravano i miei capelli crespi una stranezza, i bambini che mi prendevano in giro, tutti coloro i quali PER ANNI mi hanno chiesto “Posso toccarli?” (e sono stati tanti), il compagno delle medie che dal banco di dietro mi lanciava le matite al volo, perché “tanto restavano impigliate”, quelli che mi hanno detto che erano bellissimi (e sono stati pochi), i parrucchieri più spudorati che hanno cercato di domarli proponendomi stirature, relax, addomesticamenti vari, tinture, lozioni, doping ed ogni sorta di ritrovato tricologico di moda in quel momento.
Nada.
Ricci erano e ricci sono oggi. Con la differenza che alla mia veneranda età mi sono un po’ stufata di cercare di essere diversa da quello che sono, soprattutto perchè non ci riuscirò mai, a meno di indossare una parrucca, radermi a zero o fare un trapianto totale alla Pippo Baudo.
Oltretutto, piccolo particolare, mi trovo in una parte del globo in cui, forse l’avrete intuito, piove un giorno su due, e se non piove l’umidità ci dà le sue belle soddisfazioni, per cui stirare i capelli  diventa seriamente una battaglia persa.
Il problema sorge nel momento in cui la piccola Aliccia ha deciso che anche lei non vuole i capelli ricci. Peggio, lei li vuole proprio LISCI.
E la cosa peggiore è che i suoi sono VERAMENTE belli. Oltre ad essere lisci e setosi come nei miei sogni di bambina, negli ultimi tempi sono diventati nuovamente boccoluti come quando era più piccola. Il bel biondo di un tempo sta sparendo, ma – che dire? – anche Rapunzel ad un certo punto è diventata castana e noi ce ne siamo fatti una ragione. Ma lisci no. Lei no.
Quello che mi sto chiedendo in questi giorni è se la sua nuova fissazione sia legata ad un capriccio dell’età, ad un modello sbagliato o al fatto di essere in Cina.
Caso numero 1.
E’ un vezzo del momento. Magari tra qualche giorno mi dice che vuole lo smalto sulle unghie (ah che sciocca, lo ha già chiesto....), il pittbull o piuttosto il piercing sulla lingua come una maestra della sua scuola (!!!!!..).  Di conseguenza la querelle del capello liscio potrebbe rivelarsi, tutto considerato, una alternativa ancora preferibile.
Caso numero 2.
Modello sbagliato. Forse é colpa di Barbie o delle solite, fetentissime principesse. In effetti, “Barbie-tutta-ricci” non esiste, o se esiste, è sicuramente un personaggio minore, un'amica sfigata, tutt'al più la cugina povera di Skipper. E tra le principesse non ce n’è una che sia non dico rasta, ma almeno vagamente riccioluta. Al massimo hanno un’onda leggera che scompiglia la loro perfetta capigliatura nel momento – brevissimo – in cui anche loro finalmente si incazzano, prima di ritornare nella loro dimensione perfetta, anche e soprattutto in termini di acconciatura. 
Poi però mi sono resa conto che per una volta lo scarica barile non funziona: se il problema è il modello sbagliato, quel modello sono io. Perchè se mamma si stira i capelli, anche figlia vorrà fare lo stesso.
Caso numero 3.
E se fosse che a furia di stare in Cina si sentisse strana? In fondo la poveretta è oggetto di non poco interesse da parte dei cinesi, in buona parte a causa dei capelli. Sarà anche il fatto di essere bionda e di avere gli occhi verdi, ma QUEL boccolo lì fa l’effetto di una calamita. E alla fine secondo me ne ha le bocce piene.
Omologarsi è tutto per un bambino. 
Ma allora, mi chiedo, cos’altro potrebbe farla sentire “diversa” dagli altri? 
Il cibo? La lingua? I vestiti? Le abitudini quotidiane?
Omamma....

10 commenti:

  1. Come disse quel tale "Resistere, resistere, resistere!". (Da che pulpito...) Cora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' proprio vero!
      Nemmeno una nonna alla quale appiopparle 'ste due...

      Elimina
  2. Ahahah! Vero! Anche mio figlio ha i ricci, o meglio, un nido sempre scompigliato in testa...e la Cina lo fa sentire diverso...direi una piccola star.
    A volte pero' anche i vip hanno bisogno di confondersi e per un maschio basta una sforbiciata.
    Cosa, capisco,ben impraticabile con una ricciolina dai capelli adorabili :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai com'è: ai cinesi i nidi di rondine piacciono... Eh eh!

      Elimina
  3. Io sono una riccia naturale, ma non riccia con i capelli mossi che dice che son ricci. No, no, riccia con i boccoli. E li ho sempre voluti lisci, più o meno fino ai vent'anni, dove mi sono arresa e ho compreso che il mio riccio era bello. Anzi, ora che l'allattamento e Guu me lo stanno sfibrando son pure triste! Credo che se li avessi avuti lisci, li avrei voluti ricci.
    Come sempre, non ci piace mai ciò che Madre Natura ci ha donato!
    E Aliccia è già una bimba fortunata, mia mamma, per praticità, mi teneva sempre i capelli corti perchè i ricci son belli, ma più difficili da tenere!
    Ora li taglio solo sotto tortura, o quando le doppie punte sono diventate sestuple!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco...anche io da piccola li portavo corti corti, proprio come il buon Michael nei Jackson Five. Almeno con le figlie cerco di favorire il fattore "lunghezza".
      Vedrai con Guu: magari vien fuori rasta...
      :-)

      Elimina
  4. ... No dai, anche la Disney ha un'anima, e vuole dare un'eroina anche alle bambine boccolute, ricciolute, volumizzate, meglio se rosse... c'è solo da attendere, ma non troppo...
    http://www.disney.it/ribelle/
    C'è da domandarsi però se dopo la première, Aliccia, non cominci a chiedere di fare l'hennè rossa e di asciugare i capelli con il diffusore...!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Evvai!
      Comunque sei TROPPO aggiornata!!!!

      Elimina
  5. Preoccupati se si applica il nastro adesivo sulle tempie per farsi venire gli occhi a mandorla!!

    RispondiElimina
  6. O se esce di casa in pigiama, per esempio...

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...