mercoledì 4 luglio 2012

TUTTI AL MARE....

Non credevo che l’esperienza “io e le bambine in vacanza da sole” sarebbe stata così probante. Probabilmente lo è di più perché ho alle spalle un carico di stanchezza e di stress che non riesco ancora a smaltire.
Però resta il fatto che, nonostante il supporto e l’ausilio dei nonni, gestire da sola le due disgraziate sia un lavoro senza sosta, un’esperienza senza soluzione di continuità.

Ora siamo al mare.
Questo pomeriggio sul tardi i nonni tirano i remi in barca ed io resto sola con le bambine in spiaggia.
Orario ideale, sole che vira a qualcosa che anticipa il tramonto, Isola d’Elba all’orizzonte, spuntino a base di tarallini.
Orson sfonda il secchiello con la paletta, paga di se’.
Dietro di noi un ragazzo chiaramente disabile prende il sole con mamma e papà e legge ad alta voce un libro.
Alice è chiaramente infastidita.
Ehi, ma ‘STO qui….non può andarsene IN ACQUA a leggere il suo libro? Mi disturba!”.
Alice! è un ragazzo che magari non sa leggere bene e sta facendo esercizio….”.
E perché non se lo fa da un’altra parte il suo esercizio???

!!!!!!!!!!!!

Dopo qualche minuto....

Ma perché quella gente non ha gli ombrelloni blu come i nostri ma ha scelto dei colori così diversi? Dovrebbero sceglierli tutti uguali…”

!!!!!!!!!!!!

Poco dopo...

Mamma, perché il papà di quel bambino è così vecchio e con i capelli bianchi mentre la mamma è giovane e bella?”

!!!!!!!!!!!!

Per concludere così....

 “Ma scusa, perché la chiamano baby dance e non “ballo dei bambini”?

Ma chi ho generato…Catone il Censore?
P.S. L’ultima non fa una grinza, però.

10 commenti:

  1. hahahha troppo divertente! il mio idolo è Lucy Van Pelt quindi non posso non adorare Alice ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti...a modo suo le assomiglia un po'!
      :-)

      Elimina
  2. In effetti l' ultima non fa un plissé, peró ti confesso che al mare anche a me disturbano un poco gli ombrelloni tutti diversi: troppi anni di lavoro nel regno del bianco e nero?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Può essere! So già dove mandarla a lavorare tra una dozzina di anni, allora...

      Elimina
  3. Io l'esperienza del mare l'ho provata qualche settimana fa, con Guu e i nonni.
    Se fossi stata a casa da sola con Guu, come peraltro succede sempre, mi sarei stancata meno.
    E dovrei ripeterla ad agosto, ma per ora ho messo tutto in stand by, non sono così masochista.
    Giuro, di solito è un bimbo vivace e simpatico. Lì è stato odioso e piagnucolone, per tutto il tempo.
    La storia della baby dance però non fa una piega.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mare stanca, si dice....
      E non solo il mare, aggiungo.

      Elimina
  4. Io ne ho una che negli ultimi tempi spara domande a raffica, alle quali tra l'altro è pure difficile rispondere...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non dirlo a me. L'altro giorno Alice mi ha fatto LA DOMANDA: cosa c'è dopo la morte. Ho disposto "La pace", e sono abbastanza orgogliosa della mia risposta....

      Elimina
  5. Ciao!
    Per una "caccia al tesoro" volta ad ampliare il nostro bagaglio di blog noti bisognava parlare di un blog di viaggi o attinenti al tema.
    Io ho parlato del tuo, che mi piace molto: http://ginabarilla.blogspot.it/2012/07/vi-presento-un-blog-di-viaggi.html#comment-form

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gina sei proprio carina! Mi commuovo....

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...